FUCILI TATTICI COLD WAR

WarHubbini  Buongiorno, inauguriamo questa rubrica settimanale sulle armi di Cold War implementate su Warzone.

Sappiamo tutti che ci sono armi rotte e meno rotte, quindi per inaugurare al meglio iniziamo con sua maestà la rottezza: il DMR 14.

Stra abusato sin dal raggiungimento del livello 49, amichevolmente detto anche acronimo di bestemmie, quest’arma era in grado di atterrare con due headshot e mandarti al gulag con il terzo, in grado di far rivoltare verso Activision l’intera community mondiale di Warzone, mai vista una roba simile!!!

Dopo 3 settimane di terrore, mercoledì 6 gennaio alle ore 19.00 viene ufficializzato il Nerf…

Non è servito ad un c***o.

Rinculo aumentato… dove? 

Diminuiti i danni: un singolo colpo in più… E me lo chiami nerf???

Beh, ma c’è modo di contrastarlo? Beh se giochi puramente di tattica, senza sbagliare mai il positioning, con dei cross perfetti e sicuri, puoi usare sia il classico Kilo e Grau che alcune delle nuove armi che andremo a scoprire, ma altrimenti ragazzi è impossibile, è un’arma che non da tempo di reagire, un rateo di fuoco spaventoso per un fucile tattico che utilizza i classici colpi A/R con caricatore massimo da 40 colpi.

Ragazzi mi dispiace ma l’unico modo per riuscire a portare a casa una partita è avere quest’arma almeno 3 su 4 in team. 

Non è vero ragazzi, un’arma che può tenere testa al DMR, se spari per primo e hai un minimo di copertura,  è il TYPE 63.  

Quest’arma è molto simile per danni  al DMR, ma ha una cadenza inferiore e  richiede 2 colpi in più del fratello di classe.

L’arma è stata molto apprezzata dal pubblico data la bilanciatura dell’arma che permette comunque all’avversario (se vivente e non un bot) di sopravvivere ai primi colpi ed ingaggiare un minimo di fight.

Anche quest’arma è stata nerfata insieme al DMR, ma qua si sente un po’ di più l’intervento apportato. Ma rimane comunque un’ottima alternativa, provatela se non la conoscete e vi potrebbe stupire una volta imparata a gestire.

Dulcis in fundu in questa classe troviamo l’AUG e l’M16,  entrambe con modalità di fuoco “Burst” (raffica da 3 colpi).

Il primo risente del confronto con l’omonima mitraglietta di MW che con il caricatore da 60 colpi buggato, che sfrutta comunque i colpi di piccolo calibro invece di quelli A/R ma con gli stessi danni, rimane nettamente superiore.

Invece l’M16 entra di diritto tra le armi appetibili, ma solo a livelli alti, il livello di gestione diventa importante per il forte rinculo ma ha un danno importante che lo rende una possibile scelta contro il DMR.

Però ai primi livelli è poco utilizzabile sul BR, meglio potenziarlo almeno al livello 40.

Bene ragazzi, in attesa di un quasi sicuro secondo nerf, vi saluto lasciandovi il consiglio di potenziare le armi, di cui vi ho parlato, perchè saranno quasi sicuro utilizzabili ancora  a lungo; e un video molto simpatico che rende l’idea del disturbo che ha provocato quest’arma.  

Fate i bravi e stay WarHub!!!

( Credit: EazyIan on YouTube)